Copenaghen Nyhavn copertina

Un giorno a Copenaghen: i luoghi imperdibili

Ciao amici! Siamo da poco rientrati dal nostro viaggio estivo e quest’anno abbiamo deciso di tornare nel nostro amato Nord Europa. Abbiamo fatto un bel road trip in Danimarca di otto giorni, di cui vi parlerò meglio nel prossimo articolo (rimanete sintonizzati!); oggi ci concentriamo sulla bella capitale danese! Un giorno a Copenaghen: cosa vedere?

Inizialmente avremmo dovuto trascorrere due giorni a Copenaghen, ma purtroppo qualche settimana prima la compagnia aerea ci ha cancellato il volo, rimandandolo al giorno successivo, dunque ecco qua, un giorno a Copenaghen. Secondo me per vederla in tranquillità servirebbero circa tre giorni, ma diciamo che comunque siamo riusciti a visitarla abbastanza bene anche avendo a disposizione poche ore!

Un giorno a Copenaghen: Nyavhn e un giro lungo i canali

A me Copenaghen è piaciuta tanto. È una città che mi ha trasmesso calma e spensieratezza, una città in cui il rumore assordante dei clacson delle auto è sostituito da quello dei freni delle biciclette. Fare una passeggiata al tramonto lungo i canali di Copenaghen è d’obbligo. Nyhavn è l’antico porto della città, che ora è probabilmente una delle zone più turistiche della capitale, una via ricca di caffè e locali di ogni genere (mi ricorda un po’ i Navigli). A chi non è capitato di vedere una foto con le classiche casette colorate sullo sfondo?

Un giorno a Copenaghen: il porto di Nyhavn

Se cercate un locale per fare un aperitivo direttamente sul canale, vi consiglio il Kayak Bar, dietro a cui si trova il Palazzo del Parlamento. Questo bar, oltre ad avere una splendida vista, noleggia kayak e propone tour guidati. Noi ci siamo accontentati di una semplice passeggiata tra un canale e l’altro, davvero molto rilassante! La zona pedonale è piuttosto larga ed è veramente comoda anche per i bimbi, ogni tanto si trovano dei giochi per loro senza dover andare necessariamente in un parco. Top!

Canale e Kayak bar

La Sirenetta, simbolo della città

È abbastanza pacchiana e probabilmente le sue dimensioni vi deluderanno (io me l’aspettavo molto più grande, anche se dalla foto non sembra) ma la Sirenetta, figlia di Hans Christian Andersen nato ad Odense (ci siamo stati!) è il simbolo della capitale danese, quindi in poche parole una foto non gliela fate?
Questo è l’indirizzo: Langelinie, 2100 Købhenavn

Un giorno a Copenaghen: la Sirenetta

Già che siete nei paraggi, vale assolutamente la pena fare una passeggiata a KASTELLET, una delle fortezze meglio conservate del Nord Europa. Tutta la zona ha una pianta a forma di stella (andate a vedere su Google Maps!) e, dopo aver attraversato quella sorta di cortile controllato dai militari dove si trovano le casette rosse, il sentiero procede sopra ad una collina. Qui incontrerete sicuramente tanti runners ma anche famiglie che si godono una bella camminata insieme ai loro pargoli. Si sta proprio bene!

Passeggiata a Kastellet

Un giorno a Copenaghen: Rosenborg Slot e Rundetårn

Siamo nel bel mezzo del centro di Copenaghen e, dopo aver fatto una passeggiata lungo la via pedonale più lunga del mondo (STRØGET), tra negozi e locali, si può salire sulla Rundetårn, la Torre Rotonda. Essa è nata come osservatorio astronomico, ed è diventata famosa per la sua rampa a spirale che si deve percorrere per arrivare in cima, da cui si ha una vista meravigliosa sulla città (la torre è, infatti, alta 35 metri!)

La Torre rotonda

Il castello di Rosenborg, antica residenza reale, oggi è Museo della Collezione Reale Danese. Noi non abbiamo visitato l’interno del castello in quanto, stando a Copenaghen un solo giorno non ne abbiamo avuto il tempo, ma abbiamo passeggiato tra i suoi giardini, che sono davvero magnifici! L’entrata ai giardini è gratuita; l’ingresso al castello: 125 kr adulti, gratis ragazzi fino a 17 anni.

Un giorno a Copenaghen: Rosenborg castle

Free town Christiania

Ultimo giro prima di proseguire il nostro road trip in Danimarca e recarci ad Odense, una visita alla famosissima Città libera di Christiania. Christiania si trova nel borgo di Christianshavn e la zona è costituita da ex caserme militari e da vecchi edifici decorati da graffiti. Free town perché questa comunità è nata per liberarsi in un qualche modo dalle leggi e dagli obblighi imposti dallo Stato, permettendo ai suoi membri di vivere in modo autogestito e promuovendo la circolazione libera delle droghe leggere (?)

Un giorno a Copenaghen: l'ingresso di Christiania

La via principale è Pusher street, dove si trova l’ingresso “ufficiale”. A Christiania ci sono bar e ristoranti, bancarelle, negozietti e laboratori artigianali. Qui le foto sono vietate, ci sono i cartelli che lo segnalano e anche le persone del posto ve lo ricorderanno. Nonostante mi abbia dato l’idea di un luogo un po’ abbandonato e fatiscente, devo dire che sono stata contenta di averlo visitato, è raro trovare quartieri del genere altrove.

Un giorno a Copenaghen: relax in spiaggia

Relax in spiaggia

Siccome avevamo un Airbnb nel quartiere Sundbyøster, a circa 15 minuti dalla città e molto comodo all’aeroporto, siamo stati ad Amager Strandpark, una spiaggia lunga più di 4 km con un bellissima via pedonale. Qua è molto gettonato il windsurf, complice il forte vento sempre presente; sono presenti chioschetti per mangiare qualcosa e anche un capo da minigolf. Da questa spiaggia si vede anche il ponte di Øresund che collega Copenaghen a Malmö.

Ragazzi, questa è stata la nostra esperienza di un giorno a Copenaghen. Nei prossimi giorni uscirà l’articolo sul nostro road trip in Danimarca, stay tuned!

Ciarly

Altri luoghi da visitare a Copenaghen:

Vi segnalo altri luoghi che, secondo me, vale la pena visitare, ma che per mancanza di tempo noi non siamo riusciti:

  • I giardini di Tivoli: famosissimo parco divertimenti inaugurato nel corso dell’800. Secondo me vederlo di sera con tutte le luci accese è magico!
  • Marmorkirken: chiesa ispirata alla Basilica di San Pietro
  • Christiansborg Palace: palazzo reale oggi sede del parlamento danese.

Dove abbiamo mangiato (bene) a Copenaghen

  • Torvehallerne: mercato coperto. Noi abbiamo mangiato da Paleo, cucina senza glutine
  • 42 raw: cucina salutista, tutto senza glutine
  • Tight: cucina scandinava (opzioni senza glutine)

P.S. Preparatevi a spendere un sacco di soldi… La Danimarca è il Paese più caro in cui io sia mai stata! (Anzi, il più caro in assoluto è il Liechtestein dai…)

P.P.S: vi lascio il link di un altro road trip al Nord che ci è piaciuto tanto…

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Un commento su “Un giorno a Copenaghen: i luoghi imperdibili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto